Login

Ovidio Piras

Artista - iscritto il 21 ott 2008

Luogo: via Brofferio,135 - asti - (AT) IT

Email - gaiapir@libero.it

Sito web - www.ovidiopiras.jimdo.com

Bio

Nato a Piscinas (CA) il 14 maggio 1958. La sua ricerca artistica si è sviluppata con l'esperienza diretta sulla materia e la collaborazione-confronto con altri artisti ed intellettuali del panorama culturale contemporaneo. La sua attività lo ha visto transitare dall'arte informale e gestuale, all'utilizzo di materiali come "recupero dello scartato" sino a giungere alla scultura figurativa che ancora oggi lo impegna nella ricerca. La sua attività ha inizio a Milano dove nel 1986 fonda con altri artisti "Osaon" - Centro di percorsi artistici multimediali - e l'omonima rivista artistico-culturale. In quel contesto il lavoro del Gruppo mirava alla ricerca poetica e alla pura sperimentazione attraverso un linguaggio multimediale; periodo questo in cui scrive due romanzi: "Quasi una storia" ed "Il buco nero", crea e partecipa a diversi lavori di teatro sperimentale, performance e scrive sulla rivista Osaon. Nel 1988 sempre a Milano con altri artisti fonda "Sinergesta " (Gruppo artistico di poetiche intermediali). Nel 1989 fonda con altri artisti la rivista "Harta" (Bimestrale di dinamiche culturali) di cui è prima redattore poi condirettore. Parallelamente continua l'attività di ricerca multidisciplinare. Da quelle esperienze ne nascono altre, che nel tempo restringono il suo campo di sperimentazione e ricerca artistica alla scultura come linguaggio primario, supportato da video e pittura. La collaborazione con altri artisti è rimasta ferma nelle sue scelte primarie, passate ed odierne. Dal 1994 al 2000, per inseguire un ideale d'arte come "dono poetico" che tenesse conto anche del fruitore meno attento, ha ideato e organizzato "Percorsi" (Evento Nazionale di Interazione Artistica Multimediale). "Percorsi" ha fatto tappa in Piemonte, Sardegna, Marche e Lazio. Nel 2000 abbandona l'organizzazione per dedicarsi interamente alla scultura, quella scultura che studia ed elabora sin dagli anni '80. Lavora incessantemente a ritmi pressanti sino al 2004. Nei cinque anni la sua produzione è di circa 400 sculture tra bronzo, terracotta, ceramica a freddo, resina e terra cruda, di dimensione variabile. Dal 2004 partecipa ad esposizioni collettive e personali che danno inizio ad un nuovo percorso della sua vita artistica. Le sue sculture prediligono l'installazione nello spazio in simbiosi con l'architettura che le ospita, nascoste negli anfratti, sospese nel vuoto o sulle pareti. Ad oggi la ricerca sulla scultura continua in varie direzioni mantenendo integra la linea che le personalizza ed accomuna..


commenti

Per commentare ed interagire devi registrarti
Elisabetta Trevisan - 29/03/2012 - 08:49:14
(@EQWork)5242b2de3edb354619420f13(EQWork)
grazie Ovidio,è vecchissimo questo,dell'84
Daniela Loi - 29/12/2011 - 15:42:49
Grazie per la preferenza a "Astrum Mater", Ovidio!
(@EQWork)5242b2e43edb35461942733c(EQWork)
Simona Maleti - 11/08/2011 - 09:34:25
Grazie caro Ovidio! :-)
Laura Marchese - 17/06/2011 - 15:21:46
(@EQWork)5242b2f33edb3546194343b5(EQWork)
grazie Ovidio.. mi fa piacere la tua preferenza!
Tutti i commenti (25)
politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved