Login

andrea bonaventura

Pubblicato da
andrea bonaventura
il 16 giugno 2017

Nuove correnti dell'Arte Contemporanea: Il Bellismo.

Come rientrare in questo nuovo movimento artistico.

Tra le nuove correnti dell’arte contemporanea che stanno suscitando l’interesse dei critici e dei collezionisti abbiamo il dovere di segnalare il Bellismo, una corrente dove gli artisti si impegnano a fare i quadri più belli che possono. Si possono fare quadri moderni di paesaggio o ritratti, o anche quadri astratti purchè le opere prodotte siano belle, come dice il nome della corrente stessa.
Per fare quadri belli gli artisti si possono ispirare a quello che vogliono, a un bel panorama o a una bella ragazza o semplicemente a qualcosa di bello. Se il quadro che esce fuori è bello, allora l’artista può andare ad iscriversi al registro ufficiale dei Bellisti e le sue opere, nei vari cataloghi delle gallerie d’arte verranno inseriti nella categoria Bellismo. Può capitare a volte che il quadro sia solo parzialmente bello, in questo caso la commissione ministeriale per le categorie artistiche tiene in sospeso l’iscrizione dell’artista fino a che questi non completa la bellezza del quadro o quantomeno non ne sottopone un altro alla commissione. Se anche il secondo quadro non è abbastanza bello l’artista non può proporre la sua iscrizione alla corrente del Bellismo per i tre anni successivi.
Ma come fa la commissione a decidere se un quadro è bello? E’ molto semplice. Fanno parte della commissione solo persone che hanno gusto, gente che ne capisce di cosa è bello e cosa è brutto. E’ difficile che se la commissione dice “Questo quadro è bello” poi in realtà sia brutto. L’unico inconveniente è che a volte l’artista a cui viene rifiutata l’iscrizione al registro dei Bellisti si rifiuti di accettare il verdetto critico e faccia ricorso alla commissione artistica nazionale, una commissione di garanzia istituita con decreto ministeriale dopo che il cugino del ministro si era vista rifiutare l’iscrizione in quanto i suoi acquarelli erano oggettivamente brutti.  In questi casi la commissione nazionale vaglia i ricorsi in base anche alle parentele dell’artista.
Alcuni consigli per rientrare nella prestigiosa corrente dei Bellisti. In primo luogo copiate bene sulla tela con un carboncino il soggetto che volete usare per fare il quadro. Appena lo avete fatto più bello possibile iniziate con i colori. I colori più belli sono il giallo e il rosso se siete della Roma o il bianco e il celeste se siete della Lazio o il rosso e il nero se siete del Milan. Quest’anno la commissione ha al suo interno molti critici d’arte ed esperti della Roma, quindi se pensate di sottoporre un quadro entro dicembre abbondate col giallo e il rosso. E’ consigliabile scegliere una bella cornice classica, magari si spende qualcosa in più ma il risultato è di grande impatto visivo e la commissione potrebbe tenerne conto e iscrivervi alla corrente dei Bellisti anche se magari il quadro non è proprio bellissimo. Ultimo consiglio, se fate un ritratto scegliete un viso bello, in modo che vi portate avanti col lavoro e sarà più facile che venga fuori un bel quadro e voi potrete definirvi degli artisti bellisti al 90%.

commenti

Per commentare ed interagire devi registrarti
politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved