Login
pagina 5 di 5

"primo lavoro in corso "serio": Caravaggio"

Tecniche per l'arte - Aperto da: Alfio - 24.02.2016 15:27
post visto 5265 volte
#265496 26.03.2017 22:04

grazie Alessandro.
bè, il senso sarebbe voler imparare gli incarnati e la figura umana, non il paesaggioag

sarebbe stato bello sapere quali sono i problemi di mescolanza però.

#265497 27.03.2017 02:18

La questione non e' quella di fare paesaggio piuttosto che figura, ma e' invece quella di padroneggiare la mescolanza.

Per mescolare si hanno sempre due padroni da servire, uno e' il valore che da luogo al chiaroscuro, quanto una determinata tinta debba essere chiara o scura; l'altro e' il chroma o "saturazione" quanto puro debba essere quella determinata tinta ovvero quanto lontana da un grigio.

Come saprai non si possono mai servire facilmente due padroni......af eppure mescolare i colori per dipingere significa proprio questo, significa saper accontentare i due padroni, o anche solamente non scontentare nessuno dei due.

Come si fa ad arrivare a tanto? Semplice, con il buon senso! Si inizia ad allenarsi cercando di accontentarne uno alla volta.

Ecco perche' ti ho consigliato un bel paesaggio assolato, potrebbe andare bene una fotografia di una vista di un tratto di costa marina o altro. Per fare allenamento con l'altro padrone (il chroma) si potrebbe pensare ad una bella natura morta.....semplice pero', semplice come lo potrebbe essere copiare un quadro di Morandi ad esempio.

Nel tuo lavoro di reinterpretazione della flagellazione del Caravaggio dovevi controllare il chroma molto di piu' di quanto hai fatto, infatti quasi tutti i mezzitoni hanno chroma enormemente troppo elevati, mentre le alte luci hanno chroma a volte troppo bassi. Il chiaroscuro ha passaggi tonali sempre troppo bruschi. Cio' e' inevitabile da un lato a causa della riduzione della scala di rappresentazione, dall'altro e' figlia del mancato controllo del chroma.

Le ombre, hanno invece generalmente un valore troppo elevato ovvero il quadro e' troppo chiaro o meglio la gamma (finezza della suddivisione fra massimi scuri e max chiari) e' troppo limitata; ovvero il chiaroscuro e' poco efficace.

Caravaggio riempiva le sue immagini di contrasti di chiaroscuro, questo quadro ne e' pieno; cosa sono? Ricordi l'immagine che Mimmo aveva postato nella discussione sui bianvhi e la luce, quella con i quadratini in ombra e luce? Quella roba li'ag

Ebbene quei passaggi li hai copiati generalmente con intento percettivo, ovvero cercando di aggiustare il valore cosi' come li percepiscono gli occhi, il risultato e' che sono spesso sbagliati per valore oppure sono comunque debolmente contrastati.

Ecco perche' ad un certo punto le luci sull'incarnato ti sono sembrate strane e la tinta ha preso a fluttuare sembrando a tratti troppo rossastra oppure al contrario eccessivamente gialla.

I quadri di Caravaggio sono giocati esclusivamente sulla luce ed hanno TUTTI ( sono anche un tantinello monotoniai) un fine equilibrio fra il chroma generalmente basso e un finissimo chiaroscuro che si armonizzano perfettamente. I contrasti sono solamente di questo genere e non sono MAI contrasti di tinta, infatti egli uso' preferenzialmente solo i colori caldi ed e' ben nota la sua totale avversione al colore blu. Egli affermava che basta pochissimo blu per rovinare irrimediabilmente un quadro....sembra una affermazione un po' pazzoide, ma e' vero, lo e' certamente per tutti i suoi quadri.

Ecco perche' (ma le ragioni sono anche di piu' di quelle che ho scritto) copiare questo quadro difficilmente puo' aiutarti a progredire, sarebbe come cercare di imparare il teorema di pitagora iniziando dal calcolo differenziale; e' poco pratico.

Insomma Caravaggio sapeva bene come servire i due padroni, altro che incarnato!

Tra l'altro Arlecchino noto "servitor di due padroni" ha un costume fatto di tante pezze di colori diversi accostati, si potrebbe dire colori mescolatibp

#265498 27.03.2017 16:35

ecco un bel po di roba su cui dovrò lavorare!
Grazie alessandro, queste son le critiche utili ay

#265574 01.04.2017 16:03

Molto interessanti le osservazioni di Alessandro !

 

#266007 15.04.2017 12:17

Interessantissime le considerazioni di Alessandro e Mimmo. Però per essersi cimentato in un quadro del genere il risultato è incoraggiante per Alfio e anche per me che vi leggo con molto piacere.

#266008 15.04.2017 12:22

Per Alessandro o per chi può aiutarmi a capire:

ho fatto un commento sui colori Ferrario 1919 a pagina 53. Spero che tu, o qualcuno di voi, possa aiutarmi a sciogliere alcune perplessità che ho esplicitato in quella pagina. Vi ringrazio anticipatamente.

politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved