Login
pagina 5 di 5

"BE KIND - Con Tatto"

Gallerie, Aste, Mercato - Aperto da: Lorenzo - 14.01.2014 09:02
post visto 9066 volte
#256487 19.02.2014 18:43

Ciao Lorenzo. Non sono un'inossidabile di Equi,ma ugualmente mi viene da dirti che se Be Kind,per come è stato concepito,  è uscito come uno spazio di incontro e di dialogo con risultati gratificanti, altro forse non si può pretendere nemmeno da eventuali domande o riflessioni o polemiche a volte 'scomode' e costruttive che si realizzano qui. Certo la tua 'indignazione'  sul silenzio  in relazione a Be Kind (e al suo scenario artistico e fieristico) ,e  che stringi stringi sembrerebbe il frutto di   numerose 'nobili discussioni'  , è giustificata. E sarà uno stimolo in avvenire.

 Ma quel silenzio come potrebbe riguardare Be Kind? Era forse possibile interagire a distanza con le persone presenti all'evento ? C'era poi necessità di commentare sul forum (a parte i numerosi 'bello','buon lavoro'... ) in presa diretta? E dopo,  forse qualcuno ha stilato le domande,le risposte,i consigli senza la piacevole musica di sottofondo dei video ,così da poter innestare un commento,una riflessione o una critica ?

Personalmente non sono un'appassionata di questo genere di 'punti di contatto', ma sicuramente hanno una loro ragion d'essere in relazione all'arte e al fare arte, e nel caso specifico di Be Kind , l'idea poi realizzata ha trovato il suo senso. 

Ciao 

#256488 19.02.2014 19:00

Lungi da me fare la maestrina Nico, ma vedere e vivere per anni una realtà online e conoscerne poi di fatto una differente in maniera reale con cui confrontarsi e poter condividere idee e progetti credo dovrebbe essere un punto di arrivo non solo per me.

Non era rivolta a nessuno in particolare la mia critica, solo che si legge tanto di mancanza di possibilità, e poi quando le possibilità si presentano chi tanto lamentava la mancanza di queste, dove sta?

Per l'audio e rispondo così anche a Dersa,  la cosa l'avevamo pensata diversamente, ma l'abbiamo dovuta adattare agli spazi che avevamo a disposizione a SetUp e soprattutto alla curiosità ed all'interesse della gente che ne ha preso parte (non solo come ospiti o come interlocutori) questo a reso difficilmente seguibili le discussioni ed i confronti, avremmo voluto mettere molto più audio, ma davvero si riusciva a seguire molto male per via della troppa confusione attorno.

Probabilmente come era stata concepita doveva essere un po' più tranquilla e ovattato come ambiente invece è diventato molto più caotico ma per questo anche molto vivo :)

Nel montarlo abbiamo preferito dare la precedenza alle sensazioni di quello che è stato più che alle singole domande poste che erano difficilmente comprensibili.

Però tra i commenti dell'articolo, moltissimi di quelli che hanno risposto hanno partecipato attivamente a Be Kind :) chiedetelo direttamente a loro che cosa hanno chiesto e quali consigli o pareri ne hanno tratto :)

mi preoccuperò comunque di fargli arrivare queste vostre curiosità sperando abbiano tempo e voglia di rispondere :)

#256508 20.02.2014 19:23

Ed eccomi qua Lorenzo!!! Pronto a esprimere a te e ai partecipanti al forum come l'ho vissuta.

Io innanzi tutto volevo essere li! BE HERE NOW come l'album del 1997 degli Oasis. Essere a Bologna, a respirare la Fiera canonica e OFF era un imperativo per rituffarmi nell'ambito dell'Arte che vale, che può valere o che fanno valere. Come preferite!

Io artisticamente mi posso collocare nell'anticamera (o limbo?) che apre la strada - se va bene - ad una carriera artistica senza dubbio ancora rampante e senza sicurezze, ma che può promettere qualcosa di buono. Infatti mi difendo a buon livello, fra mostre, eventi e quant'altro, ma non avendo in questo periodo una galleria che mi rappresenti non avevo un viatico per partecipare da protagonista. Così mi son detto che se non ci riuscivo da protagonista almeno dovevo esserci con la possibilità di poter interagire, conoscere e farmi conoscere. Cogliere occasioni insomma.
Infatti, nonostante vi appaia loquace e Lorenzo possa confermare anche personalmente, io ho bisogno di un pass, un input per partire, per relazionarmi perché altrimenti sono molto goffo, timido. Poi vado, ma ho bisogno dello start!
Così ho colto due occasioni: ho partecipato al contest della sedia che mi è costata il labbro e due denti rotti (niente paura, sono già nuovo!) e ho colto l'occasione di BE KIND. Proprio quella che mi serviva per superare il mio "limite".

Così mi sono presentato il sabato 25 per poter parlare inizialmente con Poggiali e Cabib. Poi le cose sono andate diversamente. Ho avuto l'occasione di colloquiare con tre ospiti che hanno avuto come denominatore comune una indubbia disponibilità e attenzione. Posso dire che la suddetta frase BE HERE NOW rappresentava anche loro: si sono davvero messi a disposizione mia per quei 5' che poi sono stati sempre sforati senza problemi o polemiche.

Con questo non voglio dire che da quegli incontri abbia raccolto chissà quali occasioni, ma è stato comunque interessante poter farmi ascoltare, mostrare qualcosa di mio, ricevere consigli utili o qualche gratificazione che quantomeno avvalorava il mio percorso.

Per farla breve Con Casciaro la discussione è stata un pò sterile, ma non certo per colpa sua. Ha altre viste e quindi non l'ho colpito. Capita.

Con Agazzani invece la discussione è stata molto intensa, ha osservato con molta attenzione le mie incisioni e mi ha dato qualche conferma e qualche dritta per andare avanti.

Infine Jordan: discreto, gentilissimo e con le idee chiare. Con lui potrebbe nascere un rapporto, vediamo come va!

Ammetto, lo avrete capito, ero li per creare contatti, non per chiedere "Perché???".
I motivi?
A 35 anni devo andare sul concreto, ho una famiglia da mantenere. Le occasioni me le devo creare.
A 35 anni se si vuole entrare nel mondo dell'arte, quel mondo bisogna averlo già imparato a conoscere, poi se ci facciamo del male è anche colpa nostra. Se non lo si è ancora capito vuol dire che non l'abbiamo ancora vissuto.

Andare a contestare quando la vera domanda che vogliamo fare è "Perché non sono io l'artista del momento???", mostra solo frustrazione e mancanza di auto analisi. Lo si vede chiaro dopo anni magari, ma se non siamo nella posizione in cui vorremmo essere è facile che dipenda, purtroppo, dai nostri limiti. Chiediamoci sempre come possiamo crescere, non fermiamoci mai. Sono circondato da colleghi che da 15 anni non crescono.

Volendo poi girarla a favore nostro, come se non lo fosse già, BE KIND la si potrebbe vedere come un cavallo di Troia per capire NOI questi nostri influenti interlocutori. Nella chiacchierata amabile li si può mettere a nudo e leggere fra le righe di ciò che dicono.

Quindi bello! Da rifare sicuramente, occasione che serve, a tutti i livelli.

NB: L'unica pecca che posso segnalare sono state certe uscite anzitempo. Non le ho apprezzate dal punto di vista dell'impegno preso. Pazienza.

Ciao a tutti!!!

http://vimeo.com/86513353

#256510 20.02.2014 19:37

Grazie mille per le parole, per le idee e per l'amicizia Simone :) è stato un piacere da parte mia averti tra i nostri ospiti!

#256511 20.02.2014 19:37

ahhh ed i bocca al lupo per il tuo percorso ;) Ci vediamo a Rocca delle Macìe!

#256564 24.02.2014 18:38

Ciao Lorenzo,  eccomi per portare una testimonianza!

Io ho partecipato a Be-Kind il venerdì.

Premetto che, in passato,  ho avuto  poche occasioni di confronto con galleristi (a parte il mio ex gallerista, sul genere di quelli descritti da Pucci...) e critici, men che meno occasioni come quella di Be-Kind!

A me l'esperienza è piaciuta fin da subito: entri, l'ambiente è molto accogliente, ti accomodi di fronte all'ospite e chiedi o, in alcuni casi, dai l'input per far parlare (come nel caso di Melloni che mi ha spiegato il funzionamento del mercato dell'arte contemporanea).

Ad altri ospiti ho chiesto una critica sulle mie opere; ho avuto risposte varie, in base ai gusti anche personali, e diversi consigli piuttosto pragmatici. Il tempo a disposizione non era molto (anche se spesso si è "sforato") quindi l'atteggiamento degli ospiti era orientato a dare subito indicazioni sull'opera o su come l'artista dovrebbe presentare il proprio progetto ad un eventuale gallerista interessato.

Dico "eventuale" perchè in effetti nessuno di loro mi è sembrato interessato al mio lavoro...ma pazienza!

L'atteggiamento degli ospiti è stato molto amichevole e non c'è stato tempo né il contesto per fare domande scomode; per queste forse sarebbe più adatto un incontro con un pubblico vero e proprio, piuttosto che brevi incontri con una sola persona.

Be-Kind non è stato un dibattito e nemmeno, come dice Lorenzo, un colloquio di lavoro e, dati i ritmi piuttosto serrati, non credo fosse in nessun modo possibile registrare l'audio, anche se sarebbe stato senz'altro interessante.

Complessivamente per me è stata una buona e nuova esperienza.

Ciao!

Roberta

 

 

 

politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved