Login

Tra arte urbana e concettuale - Rero

Pubblicato da
Lorenzo Paci
il 06 febbraio 2015
Ricco di filosofia e sociologia, un artista francese continua a mettere in discussione i codici della società in cui viviamo

A metà strada tra arte urbana ed arte concettuale, le domande di Rero offrono spunti che sconfinano nella riflessione artistica, i tratti distintivi della sua ricerca si basano sulla negazione dell'immagine. 
Ricco di filosofia e sociologia, continua a mettere in discussione i codici della società in cui viviamo con particolare attenzione all'idea di consumatore e di prodotto, mai giudice ma semplice cassa di risonanza, l'artista mette in discussione i limiti di intimità e privacy con quello che facciamo pubblico, volente o nolente, consciamente o inconsciamente, soprattutto attraverso il web. 

In una costruzione radicale, dove tutto deve essere dimostrato e nulla deve essere nascosto, Rero determina il confine tra interno ed esterno.  
Nato nel 1983, ha esposto in numerose istituzioni pubbliche come il Centre Georges Pompidou, Il Musée en Herbe, il Museo Postale, Confluences a Parigi o il Antje Øklesund Berlino. 

Più recentemente, il suo lavoro è stato mostrato in esposizioni in Francia, Stati Uniti, Italia, Germania e Svizzera.  

© Rero

Argomenti

  • Pittura
  • Fotografia
  • Fashion & Style
  • Corsi e Concorsi
  • Video, Cinema e Musica
  • Illustrazione
  • Libri d'Arte
  • Tecnica
  • Mostre
  • Design

commenti

Per commentare ed interagire devi registrarti
politica editoriale note legali FAQ chi siamo pubblicizzati servizi

Copyright © 2013 EQUILIBRIARTE All Rights Reserved